Milano Agrifood & Travel Global Summit

Agrifood: da commodity a prodotto premium Le opportunità del “made in Italy”

Agrifood: da commodity a prodotto premium Le opportunità del “made in Italy”

Bain & Company al Milano Agrifood & Travel Global Summit 2019

  • aprile 10, 2019
  • Tempo di lettura min.

Milano Agrifood & Travel Global Summit

Agrifood: da commodity a prodotto premium Le opportunità del “made in Italy”

190 miliardi di euro, pari all’11% del PIL, è quanto vale oggi l’agribusiness in Italia e aumenta sino al 15% se consideriamo anche l’indotto. L’export pesa 40 miliardi di euro e cresce a tassi del 7%, grazie alla forza del brand “made in Italy, pur in un mercato polverizzato che conta oltre 1,1 milioni di aziende e moltissimi prodotti DOP e IGP, che da soli fatturano più di 15 miliardi di euro e crescono a tassi superiori a quelli del settore.

Qual è il futuro dell’agribusiness? Ne parlerà Sergio Iardella, partner di Bain & Company, il prossimo 12 aprile 2019 in occasione del primo Milano Agrifood & Travel Global Summit (www.agrifoodtravelsummit.it), organizzato da Class Editori e Il Gambero Rosso, al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano. Tra le tematiche che saranno affrontate da Iardella segnaliamo: come il contesto di mercato e le attitudini di consumo che cambiano stanno creando le condizioni perché gli insurgent brand vincano rispetto ai leader tradizionali, cosa questo può rappresentare per le aziende agricole e alimentari italiane, in particolare in termini di approccio all’innovazione e di trasformazione di un prodotto commodity in un prodotto premium.

Sergio Iardella è partner di Bain & Company, ha un’esperienza di più di 15 anni nella consulenza con una forte expertise nei settori Consumer Products, Private Equity e Technology. Ha lavorato al fianco di manager di numerose aziende in EMEA, portando competenze specifiche nell’affrontare problemi di: definizione della strategia di crescita, nuovi modelli di vendita e marketing, organizzazione, miglioramento delle posizioni di costo e programmi di trasformazione digitale.

Negli anni ha supportato sia numerosi clienti dell’agribusiness nel definire iniziative di sviluppo, con focus particolare su tematiche di marketing, commerciale e di innovazione digitale, sia vari fondi di Private Equity che continuano a guardare con interesse alle eccellenze italiane.

A proposito di Bain & Company

Bain & Company è l’azienda di consulenza globale che aiuta le aziende change-makers più ambiziose a definire il proprio futuro. Con 64 uffici in 39 paesi, lavoriamo insieme ai nostri clienti come un unico team con un obiettivo condiviso: raggiungere risultati straordinari che superino i concorrenti e ridefiniscano gli standard del settore. L’approccio consulenziale di Bain è altamente personalizzato e integrato e, grazie alla creazione di un ecosistema di innovatori digitali, assicura ai clienti risultati migliori e più duraturi, in tempi più brevi. Il nostro impegno a investire oltre 1 miliardo di dollari in 10 anni in servizi pro bono mette il nostro talento, la nostra competenza e le nostre conoscenze a disposizione delle organizzazioni che affrontano le sfide di oggi in materia di istruzione, equità razziale, giustizia sociale, sviluppo economico e ambiente. Fondata nel 1973 a Boston, in Italia ha celebrato il trentennale nel 2019: la sua approfondita competenza e il portafoglio di clienti si estendono a ogni settore industriale ed economico e in Italia la rendono leader di mercato.