Bain utilizza i cookie per migliorare la funzionalità e le prestazioni di questo sito. Ulteriori informazioni in merito si trovano nella nostra Informativa sulla Privacy. Continuando a navigare su questo sito, acconsenti all'uso dei cookie.

Settore

Aziende Farmaceutiche

Bain aiuta le aziende farmaceutiche ad aumentare la propria competitività e le proprie performance, in un mercato, come quello attuale, in rapida evoluzione, caratterizzato da innovazioni discontinue e politiche governative incerte e talvolta imprevedibili. Abbiamo sviluppato competenze distintive nella ridefinizione delle strategie, nel miglioramento della capacità d'innovazione, nella gestione dei costi, nella definizione delle strutture organizzative, nel business development/M&A e in tutti gli ambiti che rappresentano per le aziende farmaceutiche elementi chiave per raggiungere e mantenere posizioni di leadership.

Tematiche

Che cosa facciamo

Bain collabora con le principali aziende farmaceutiche e biotecnologiche aiutandole a costruire le basi per la crescita futura e allo stesso tempo ripensare il proprio modello operativo e di funzionamento. Aiutiamo i nostri clienti a diventare i futuri leader di mercato, supportandoli nel mantenere focus sulle priorità strategiche e allo stesso tempo nella rapidità e flessibilità per intercettare le opportunità di un mercato in continuo cambiamento.

  • Garantire la massima efficacia nei percorsi di M&A e post-merger-integration. Il successo delle operazioni di M&A richiede un approccio disciplinato e integrato: definizione della strategia di M&A coerente con le priorità strategiche, profondità della fase di business due diligence e identificazione del valore generabile, costruzione ed esecuzione del percorso di integrazione post-fusione.
  • Migliorare l'innovazione e la differenziazione clinica. Le aziende farmaceutiche possono raggiungere il massimo potenziale delle loro capacità di innovazione e R&D costruendo portafogli prodotti che bilancino i diversi profili di rischio, il peso delle innovazioni legate al core business con altri ambiti possibili, il tutto attraverso un forte orientamento alle fonti esterne in una logica di open innovation.
  • Espandersi oltre il core business. Nel proprio ciclo di vita evolutivo, le aziende farmaceutiche possono trovarsi a fronteggiare un rallentamento della crescita del core business (a esempio nel caso di portafogli prodotti maturi), e devono quindi valutare l'esplorazione di possibili adiacenze. In questi casi aiutiamo i nostri clienti a valutare non solo l'attrattività dei mercati di riferimento, ma anche l'ability to win specifica dell'azienda e misurabile in modo oggettivo sulla base della coerenza/possibilità di fare leva anche nelle adiacenze identificate sui propri asset distintivi (clienti, struttura di costo, competenze).
  • Adottare modelli di business più agili e customer-oriented. Il settore pharma ha evidenziato una produttività flat nel corso degli ultimi anni, le aziende leader devono quindi ripensare il proprio modello di business in modo radicale per aumentare la propria produttività, ridisegnando i processi in una logica zero based.
  • Sfruttare i veri benefici di una scala globale, gestendone le complessità. Il consolidamento dell'industria ha creato significative economie di scala lungo l'intera catena del valore. Le aziende farmaceutiche di successo riescono a differenziare le funzioni in cui le economie di scala aggiungono valore da quelle in cui aumentano la complessità e ne riducono la produttività.

Esperti

Il nostro punto di vista

Negli ultimi 25 anni il settore farmaceutico globale ha contribuito in modo decisivo a rivoluzionare i trattamenti clinici. Nonostante esista ancora un elevato unmet need per numerose patologie, la talvolta difficile sostenibilità dei sistemi sanitari, l'incertezza normativa e un contesto competitivo sempre più dinamico, stanno modificando le regole del gioco, conseguentemente le aziende farmaceutiche non possono più fare leva esclusivamente sulla loro capacità d'innovazione e pricing power per ottenere crescite profittevoli e sostenibili nel tempo.

Le costanti pressioni sui prezzi e il drastico declino della produttività in R&D potrebbero determinare, nel medio-lungo periodo, un considerevole calo della quota di profit pool oggi intercettato dal comparto farmaceutico. Quota che, è previsto invece possa aumentare per i settori a minore profittabilità, come ad esempio i produttori di generici. La domanda cruciale che devono porsi le aziende farmaceutiche leader è come far evolvere il proprio modello di business focalizzando i propri investimenti e sforzi manageriali su poche priorità capaci davvero di impattare sul risultato per il paziente, senza generare complessità e costi aggiuntivi per i payer.

Risultati

Vuoi continuare la conversazione?

Aiutiamo i leader globali e le loro aziende ad affrontare problemi e a cogliere le opportunità. Sosteniamo cambiamenti e otteniamo risultati duraturi.